Tag

I lumi fra le ossa e le parole buone
aspettano le api e il loro miele
scontando ogni tramonto
con l’illusione che sparisca altrove

Non ha più grazia per cogliere altri fiori
guardando le nuvole viandanti
la nostalgia che sente rasenta le macerie
in fondo al ventre
e il gesto d’ogni inizio
le scivola dal tempo, scandendo la fatica

Quale intenzione ancora spinge il busto
deviandolo al destino
mentre i fiumi danno ai mari tutto il corpo
vuotandosi a frammenti.
La sera conta i dubbi con le ombre
e sveglia la sua voce più sincera
promettendole il riposo che ghiaccia anche i rosari

E sono solo istanti pertinenti.
Macelli senza cenni di lamento
quando il pensiero prega fra le vene
sbiancando appena il sangue alle radici

Annunci