Tag

disperdo l’ombra quando chiudo gli occhi.
le braccia della notte conoscono il tuo nome
e l’iride che inondi esprime luci nuove
quasi a replicare i doni dell’infanzia

sospingimi il respiro e invoglialo a durare
ché ora io lo sento
in ogni gesto nato appartenente
nei mari in breccia ai fiumi
fra i sassi fatti canti

ed eravamo e siamo la cura e l’attenzione
di tutte le stagioni
che sanno assomigliarci –
anche le foglie affrontano il maltempo
e alterne si baciano infangate
per non morire invano

Annunci