Tag

hai infervorato il mondo
le spine e le corolle s’innestano alle danze
e i fuochi sotto il mare
si affidano ai tuoi palmi, denudati

ne parlano fedeli, le costellazioni,
chinandosi alle onde
e io ho sepolto l’ombra
l’attesa e ogni silenzio
lo scialle del mio volto
giace offeso
sbiancato come morto al tuo coraggio

le lodi nel deserto incidono pianure
guardando questo andare
e sanno che ogni passo
congiunge in levatura
gli abissi e le città

Annunci