Tag

,

tutti i giorni siamo il tempo
e il tempo ci oscura tutti i giorni
sbiadendo ciò che siamo
dove l’accettabile è l’assenza
promessa sposa al danno

ho sempre onorato l’eterno,
la durata che precaria s’improvvisa
slittando le preghiere e l’ordinario
oltre gli altopiani dell’anima chimera
propensa a governarsi

è così breve essere, è così duro essere,
lapidare il mortorio del silenzio,
vantarsi volontà con gli arti in armonia,
azioni nel pensiero, diseredate al quando

magra esitazione ai gesti inabili è l’essenza,
rifugio confidente senza corpo
questa è ancora essenza, la costanza della sabbia
e la rinuncia che teme la mancanza

la rabbia che esibisce le maschere adeguate
a chi non ci dà istinto d’esclusiva
ovunque è conveniente e fredda essenza

equipaggiati noi, schiere di varianti
mal dubitiamo il cielo, sopiti alla pietà
che secca la bellezza con l’inganno

e pure i fiori muoiono mansueti
scrollandosi a rilento il gambo e la stagione
prima d’incolparsi la presenza

Annunci