Tag

L’apatia

Qualcuno ha urlato intorno a me
smuovendo il niente.
Zanzare, continuate a nutrirvi delle mie fatiche
là dove ne sento ancora l’eco

Chiedendomi se l’ugola umana abbia tanto ghiaccio
le ciglia graffiano occhi
scongelati di fretta dalla paura di non poterti contenere

Hai bisogno di me (dici)
vuoi scambiare gli occhi per non vederti dentro
per non sentirti piaga di parole
parole incoronate dietro lavagne cieche

Tu, non sai
io sono cenere, ormai, stormo di vento
lacrima prosciugata da piogge di lutti
fondale in dirupi intralciati da foglie giovani.
Io sono
dipinta
in bianco e nero
in un quadro di Cézanne

Autoritratto

Nuvole di fumo
Scandite ad intervalli regolari
Da una scia stonata
Ad aprirmi lo specchio ingrassano
E il buio lascio spazio al sorriso
Dipingendone lo stupore d’essere nato.
Senza colori, a viso nudo
Traccio scarabocchi
Rimpatriando nell’essenza
Marciapiedi liberano passi
Ritrovandomi viva

2003

Annunci