Tag

Se solo potessi, innaffierei le viole senza nausee,
Le rose come i rovi,
Vigilerei il pensiero per la prassi
E mimerei lo sguardo dei fantocci
Uguali alla decenza,
Al bell’universale, al gioco delle genti
Vendute in mezzo ai branchi

Se solo potessi, riuscissi,
M’inonderei le mani con il sangue
E riderei di me,
Di me coraggio vano e serpe e forca
Mai tatto indifferente né viltà
In questa terra buia alle impressioni

Desidera i gabbiani, l’inverso d’ogni scempio
Le creste che di notte sanno amare
Silenzi e dedizione
Valigie sempre appese all’imprudenza
Spiumate libertà fino a morire

C’è un verso in ogni pianto
Là dove i palmi pregano l’impegno
E il peso dell’essenza

Annunci