Tag

la mano lancia un sasso
lo stagno versa in cerchio
la nostra volontà per compimento
al gesto che guidiamo

e non è mai per caso
la sillaba da dire
e il bacio da affondare

l’alternanza dell’avvicendarsi
è tutto caro istinto
il sangue nelle vene vi compete
e scalda nel pensiero
la sua forma
dal bene fino al male

d’altronde respiriamo
sudiamo l’indecenza e anche le croci
reggendo l’incostanza
che a marzo spicca a balzi

la frusta come il miele
e tutto il resto è niente

Annunci