Tag

Giusto il tempo di vivere, di essere,
di diventare gloria e niente, pura tolleranza dentro e fuori.
Giusto il tempo d’assistere, di consolare il cielo
e di mostrarlo ai re, come unica fortezza d’infinito.
Giusto il tempo di posarmi, di placare le nubi,
per deviarle adagio nel candore buono dell’attesa.
Giusto il tempo d’amare,
di segnarmi la fronte senza unzioni estreme
delegando il sorriso a un Dio sincero.
Giusto il tempo di osare, d’incontrarmi fiera,
di dare un gesto al corpo
e a tutte le virtù dimenticate.
Giusto il tempo di guarire,
di purificare il fango che al meglio non perdona
consumando il profumo delle rose.
Giusto il tempo di restare, di esibire il cuore
quasi come un figlio, divezzato al ventre come al seno.
Giusto il tempo d’urlare, di spezzare l’ombra della sera
Senza poi scappare, angosciando il coraggio e i giorni lesi.
Giusto il tempo d’assentarmi, d’inchiodarmi le ali sulle spalle
colme di perché fino a capire, senza condannare.
Giusto il tempo di pregare, di onorare la luce
fino a quando la fatica, trainerà la voce.
Giusto il tempo di credere, di murare il pianto e le paure
stringendo ancora umanità fino a morirne.

Annunci