Irrimediabilmente si muore
Svaniscono le foglie
I passi nel respiro
La luce inadeguata s’insinua in fondo agli occhi
Irrimediabilmente
Per vana presenza, per magra allegria
Guardando la cenere nel pianto.
Sarà domani che il sole capirà
In eresia vedrà penombre vaste
Scordando sprofondato senza peso
La noia di restare

Annunci