Tag

Non sperarmi così, carne di spalle
Cancellami la fine e inchiodami un sollievo
Un alito di tempra che possa dominarmi
Finché saprò parole

Io ti ho sfamato ieri
Marcivi ogni cammino
Pregandolo d’inciampi per la tua gola a fossa
In vena di silenzi e di rosari

Non mostrarmi così, la colpa di restare
Contieniti pretesa e boia a istanti
La tua natura è ladra e sposa lamentele
Là dove più sarò

Acceca questa falce
Eclissala disfatta verso il cielo
Per non morirmi in grembo mezzo canto
Col sole tra le labbra

Vorrei pazienze ad arte, frontiere per partire
Il limite del timbro che gridai
Schiudendomi le mani fra le ragioni in fiore

Quando ho deluso il sangue?
La lotta è rotolata in mezzo al seno
Con le radici fredde per la verità
Dove ogni madre è niente senza padre

Non ombrarmi la conta degli abbracci
Il tempo ha più riposi oltre l’inferno
La pelle e il sogno in corpo che verranno
Sapranno indebitarmi cento vite

Annunci